Padelle e Pentole in Ghisa Offerte e Prezzi

Un altro materiale, usato già in passato e che sta ritornando nelle cucine, è la ghisa: lega ferrosa contenente carbonio, presenta notevoli vantaggi, quindi viene utilizzato per produrre pentole e padelle. Le pentole e le padelle in ghisa sono diffuse soprattutto nelle cucine domestiche in quanto possono essere utilizzate per cuocere tutte le tipologie di cibi su diversi piani di cottura.

CARATTERISTICHE DELLE PENTOLE IN GHISA

La ghisa è un materiale formato da ferro e carbonio (quest’ultimo presente ad alte percentuali, ovvero superiori del 2%) che presenta la caratteristica di irradiare perfettamente il calore:  infatti le pentole in ghisa diffondono in modo lento il calore e lo distribuiscono ai cibi in modo uniforme, permettendo di cuocere alla perfezione carne, pesce, e verdure. Molte pentole in ghisa vengono rivestite di uno strato smaltato che le rende molto belle alla vista, ma sopratutto, se lo smalto è di qualità, fornisce resistenza agli sbalzi termici e permette di cuocere anche ad alte temperature.

La ghisa inoltre è un materiale isolante, quindi queste padelle possono essere utilizzate per riporre gli alimenti in frigorifero dove si conservano perfettamente. Ultimamente alcuni modelli vengono rivestite con materiale antiaderente nel suo interno, per permettere una cottura senza grassi aggiunti e senza il pericolo che i cibi attacchino al fondo, oltre che per facilitare le operazioni di pulizia.

Vantaggi delle pentole in ghisa

Le pentole e le padelle in ghisa hanno il vantaggio principale di essere utilizzate su diversi piani di cottura ed essendo una lega ferrosa anche su quelli ad induzione. Essendo molto versatili possono essere utilizzate per

  • cottura in forno
  • cottura alla piastra
  • per arrostire
  • per grigliare
  • per caramellare
  • zuppe e minestre
  • stufati e brasati

Sono indicate infatti soprattutto per quei cibi che richiedono una cottura lunga e a fuoco basso, quindi sono ideali per arrosti, stufati, brasati ecc. Le pentole in ghisa però non sono utilizzate solo per questi tipi di cottura, infatti sono perfette anche per grigliare poiché, come le pentole in ferro, favoriscono la la reazione di Maillard, ovvero quella “crosticina”  dovuta piastra padellaalla caramellizzazione degli zuccheri zuccheri, che avviene sulla parte esterna della carne con il sangue.

Le pentole e padelle in ghisa hanno il vantaggio principale di cuocere gli alimenti in modo uniforme e rilasciano calore anche a fuoco spento. Inoltre, grazie al loro potere isolante, trattengono bene il freddo, quindi possono essere utilizzate anche in frigorifero per conservare i cibi cotti in precedenza nella stessa padella, senza doverli travasare.

Il rivestimento smaltato non è tossico, certo è che bisogna sempre cercare produttori di qualità e leggere le caratteristiche della pentola prima di acquistarla, perché si spende molto poco allora potrebbe essere qualcosa di non controllato o di pericoloso.

Svantaggi delle pentole in ghisa

Il principale svantaggio delle pentole in ghisa è il suo peso: a ghisa è un materiale molto pesante e quindi anche le padelle saranno a loro volta pesanti. Questo comporta una difficoltà nello spostamento e nel maneggiare sopratutto quelle di una certa dimensione. Negli ultimi tempi queste pentole sono state dotate di manici isolanti, che facilitano anche lo spostamento e l’utilizzo delle padelle, in quanto anch’essi sono molto pesanti e resistenti, anche se rendono il peso da spostare complessivamente più alto.

Altro svantaggio della ghisa è dovuta alla sua porosità che la porta ad assorbire gli odori, soprattutto quando si cucina il pesce o qualcosa di molto speziato. Infine, un altro punto negativo, è la difficoltà nella manutenzione e pulizia. Infatti bisogna che le pentole in ghisa siamo completamente fredde prima di essere lavate, per evitare lo shock termico che potrebbe rovinarle. Inoltre bisogna utilizzare piccolissime quantità di detergenti senza utilizzare pagliette o spugne che possono rovinare il rivestimento. Per facilitare la detersione, alcune vengono rivestite con materiale antiaderente, più facile da pulire, ma altrettanto delicato in quanto potrebbe rovinarsi se si utilizzano oggetti metallici o abrasivi.

Manutenzione delle pentole in ghisa

Come abbiamo accennato la manutenzione deve essere effettuata con delicatezza: è necessario utilizzare piccolissime quantità di detersivo, meglio non utilizzarlo o usare quello naturale. Inoltre non bisogna utilizzare spugne abrasive o utensili che possano graffiarla. Per combattere gli odori si può utilizzare aceto con acqua bollente oppure il classico bicarbonato di sodio, che oltre a togliere gli odori, deterge e disinfetta.

La maggior parte delle pentole in ghisa non devono essere messe in lavastoviglie, ma quelle smaltate di una certa qualità possono essere lavate in questo modo, anche se non troppo frequentemente in quanto i detersivi sono aggressivi e potrebbero rovinare la pentola. Prima di lavarle bisogna sempre leggere le indicazioni del costruttore.

Se si utilizza per la prima volta una pentola in ghisa smaltata lavare  la pentola con acqua calda e farla asciugare. Ungere l’interno della pentola con un po’ di olio vegetale e far scaldare a fuoco basso per qualche minuto per  poi asciugare l’olio con carta da cucina. Una volta utilizzata e lavata, deve essere asciugata molto bene e conservata in un luogo asciutto, senza coperchio, in modo da evitare la formazione di ruggine.  Se si impilano, una sopra l’altra diverse pentole, è bene separarle con dei fogli di carte per evitare che si rovini il rivestimento, e di passare con un panno pieno di olio prima di riporle.

Le migliori pentole in ghisa, prezzi e marche

La scelta della pentola in ghisa deve essere effettuata con cura, cercando un prodotto di qualità, soprattutto per quanto riguarda la smaltatura. E’ sempre bene scegliere una pentola con un fondo molto spesso in modo che irraggi perfettamente il calore. I prezzi sono molto diversi a seconda della marche e delle dimensioni: le migliori marche sono senza dubbio Creuset e  Agnelli. Ecco qui per voi le migliori 6 pentole in ghisa

Visto che di modelli ce ne sono molti, con i prossimi articoli cercheremo di fornirvi recensioni e prezzi in modo da aiutarvi nella scelta.

Casseruola in ghisa rotonda Satub

Staub è un marchio molto famoso per le pentole in ghisa smaltata e infatti fa vedere la sua qualità anche in questa casseruola in ghisa smaltata con cestello per cottura a vapore. Qualità interamente made in Francia, la casseruola interamente in ghisa …

Casseruola in ghisa Le Creuset Evolution

La casseruola in ghisa Le Creuset Evolution è una pentola ideale per tantissimi tipi di ricette, ma soprattutto per quelle preparazioni che richiedono tempi di cottura molto lunghi e temperatura costante, come stufati, brasati o arrosti. Questa pentola unisce il passato, …

PADELLA IN GHISA STAUB 40510

La padella in ghisa Staub 40510 è sicuramente una pentole di altissima qualità. Presenta un corpo in ghisa, materiale molto resistente e che conduce in modo ottimo il calore,e un rivestimento interno antiaderente che permette di cucinare in modo sano e …