I migliori bollitori da tè

Con la stagione invernale arriva anche la voglia di bersi un bel tè caldo al mattino, oppure una buona tisana a metà pomeriggio. Ma se non si è a casa, oppure non si vuole accendere il gas, ci viene in aiuto in bollitore elettrico. Il mercato offre diverse tipologie, cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione prima di comprate un bollitore elettrico

Capacità del bollitore elettrico

La capacità di un bollitore, ovvero la quantità di acqua che può contenere,  può andare da mezzo litro fino a due litri.  Se comprate un bollitore da tenere in ufficio, meglio che non sia troppo grande, e quindi con una capacità minore. Se invece lo comprate per tenere a casa, da utilizzare per fare il tè per tutta la famiglia, allora compratene uno piu’ grande. Ricordate che piu’ è grande piu’ il tempo che serve per portare l’acqua ad ebollizione sarà lungo, quindi fate bene i vostri conti

Materiale del bollitore elettrico

Il bollitore può essere realizzato con materiali diversi, che influiscono sia sulla velocità di ebollizione dell’acqua, sia sul costo. I modelli presenti in commercio sono in plastica, in acciaio e in Pyrex.

I bollitori in plastica sono quelli piu’ economici, ma quelli che si rovinano piu’ velocemente. Attenzione a comprare un bollitore in plastica troppo economico, perché potrebbe essere fatto con materiali tossici. Ricordiamo che la plastica utilizzata in cucina deve avere certe caratteristiche per legge, in modo che non rilasci sostanze tossiche per la salute

I bollitori in acciaio sono un pò piu’ costosi ma sicuramente piu’ robusti e durevoli nel tempo. L’acciaio utilizzato è quello inossidabile e quindi necessita di una manutenzione pi’ attenta di quelli in palstica. Infine i bollitori in vetro pirex sono quelli piu’ costosi: in questo caso la caraffa è in vetro ma il resto del bollitore è in plastica o acciaio.

Funzioni Aggiuntive dei Bollitori

Alcuni bollitori permettono solo di scaldare l’acqua: sono i piu’ semplici e i piu’ economici, ma svolgono la loro funzione. Altri invece hanno alcune funzioni extra, che fanno lievitare i prezzi, come ad esempio poter impostare la temperatura alla quale deve arrivare l’acqua, oppure  poter impostare un orario di accensione o spegnimento. Ogni funzione aggiuntiva, oltre alle dimensioni e al materiale, aumenterò il prezzo: bisogna quindi capire se queste funzioni sono necessarie oppure no, e non lasciarsi ingannare dalla tecnologia, che spesso non viene sfruttata.

 

Rate this post